• Giovedì Santo - L'Ora dell'Amore

    Una breve, ma intensa meditazione, come dono di comunione, in attesa della Santa Pasqua.

    (E’ l’ora della verifica. E’ l’ora in cui ci ritroviamo quello che siamo e non quello che avremmo voluto essere. Ma Lui ci ridesta all’essere vero!)

    Aiutami, Signore,
    a capire e a vivere
    quest’ora, per non essere fuori di tempo,
    nell’illusione di vivere.
    E’ l’ora in cui ci chiami amici
    mentre siamo Giuda.
    Lui Ti ha venduto una sola volta
    per trenta denari;
    noi ogni giorno e …
    per molto meno.
    E’ l’ora in cui ci insegni
    che la vera grandezza è servire
    e vieni Tu, Figlio di Dio,
    a lavare i piedi a noi
    che parliamo di prestigio personale (ma quale?)
    da non compromettere.
    E’ l’ora delle tenebre,
    ricercate e amate
    da chi ama e trama il male,
    l’ora di chi vuol celare e celarsi.
    E’ l’ora in cui ci chiedi
    di vegliare…
    e noi restiamo a dormire.
    E’ l’ora sublime dell’Eucarestia
    e del Sacerdozio.
    E’ l’ora in cui
    a noi uomini di chiacchiere
    arriva imperioso ed inequivocabile
    il Tuo << Fate questo! >>:
    siate corpo che si dà in cibo
    e sangue versato per amore.
    La Tua ora mi chiama
    e mi ridesta a vivere la mia.
    Tutte le altre ore
    non contano
    se noi in funzione di questa:
    l’ora dell’amore.

    Dal libro “E sarà sempre Emmaus”