• Festa della Regione: una memoria da vivificare

    17 maggio 2018 - 17:36 -- Suore Scolastiche Francescane

    Sabato 12 maggio, le comunità della Regione di Roma anche quest’anno si sono ritrovate nella casa della Farnesina per celebrare la Festa del Ringraziamento e della Regione.

    E’ stato un momento importante e coinvolgente per ognuna di noi in quanto ha costituito  un’occasione favorevole per vivificare una memoria e per rinnovare un impegno di fedeltà con l’entusiasmo e la gioia delle origini. Questa esperienza ci ha consentito  di guardare il passato con gratitudine, di vivere il presente con passione e di sentirci incoraggiate nell’affrontare il futuro con speranza.

    La relazione di fondo dal titolo “Francesco uomo mosso a compassione” è stata affidata a P. Carlos Salto Solà, ofm con un preciso obiettivo: quello cioè di approfondire ulteriormente alcune indicazioni del documento conclusivo del Capitolo generale 2017  L’amore di Cristo ci spinge (2 Cor 5,14). E’ stata una relazione ricca di contenuti che nella seconda parte della mattinata l’assemblea ha potuto condividere con l’aiuto di un questionario preparato appositamente.

    La celebrazione eucaristica, presieduta da P. Carlos, con un ricordo particolare delle sorelle che ci hanno preceduto nella casa del Padre , ha segnato il culmine della giornata.

    Nel pomeriggio dello stesso giorno le comunità si sono ritrovate in cappella per la preghiera del rosario, per la meditazione personale e per l’adorazione.

    Domenica 13 maggio ha avuto luogo il pellegrinaggio comunitario a Foligno sulla tomba della Santa Angela da Foligno. Abbiamo partecipato all’Eucaristia nella chiesa di S. Francesco dove provvisoriamente è deposta l’urna della Santa,  in quanto il Santuario a lei dedicato è chiuso ed inagibile a causa del recente  terremoto. Dopo la S. Messa in una sala attigua alla chiesa, abbiamo avuto l’opportunità di ascoltare P. Domenico Alfonsi ofm, conv. il quale  ci ha presentato con entusiasmo e competenza la storia  di S. Angela , una  donna e  madre, una laica e terziaria francescana, una grande mistica la quale ha trovato la forza motrice della santità nella preghiera: “Se vuoi la fede, prega; se vuoi la speranza, prega; se vuoi l'obbedienza, la castità, l’umiltà, la mansuetudine, la fortezza, prega. Qualunque virtù tu desideri, prega. E prega leggendo nel libro della vita, cioè nella vita del Dio – Uomo – Gesu'” (Dal Liber di S. Angela da Foligno). 

    L'agape fraterna si è svolta presso “Il Postaccio” una caratteristica locanda di Montafaco, uno dei borghi più belli d'Italia. In questa cittadina abbiamo potuto visitare con una guida eccezionale, il più antico monastero delle Agostiniane dedicato a S. Chiara della Croce.

    Questo pellegrinaggio è stato un significativo percorso di meditazione, di preghiera e di comunione tra sorelle.

    Particolarmente apprezzata è stata la partecipazione delle nostre Superiore maggiori.