• Festa del Ringraziamento e della Regione

    19 maggio 2017 - 11:36 -- Suore Scolastiche Francescane

    Sabato 13 maggio, le comunità della Regione di Roma anche quest’anno si sono ritrovate nella casa della  Farnesina per celebrare la Festa del Ringraziamento, un momento importante e coinvolgente per ognuna come ha sottolineato nel suo saluto alle presenti la Superiora regionale sr. Lucia Vrdoljak Colo: “Il nostro convenire qui, puntualmente ogni anno, è motivato dal desiderio di fare la grata memoria della venuta delle nostre sorelle da Maribor a Roma che hanno dato inizio alla “Regione” e alle varie attività del nostro apostolato. Nella linea della continuità, oggi ci sentiamo ancora più responsabilizzate nel vivere il nostro carisma dentro un contesto socio – culturale cambiato che ci chiede discernimento e rinnovamento spirituale continuo.

    In questo cammino ci affidiamo docili alla forza vivificante dello Spirito che fa nuove tutte le cose e alla guida di Maria, madre di Gesù, l’Immacolata, patrona della nostra Regione”.

    L’animazione della prima giornata  è stata affidata a Sr. Agnese Scavetta, delle Suore Missionarie della Rivelazione e alla sua consorella  sr. Priscilla che all’inizio ha presentato in breve la storia ed il carisma della loro  giovane  congregazione.

    Il tema “Maria Madre del bell’Amore” è stato scelto per tanti motivi: sia perché Maria Immacolata è la patrona della Regione, sia per la devozione che tutte nutriamo nei confronti della Madonna, soprattutto nel mese di maggio a Lei dedicato, sia per la felice coincidenza della giornata con la festa liturgica  della Madonna di Fatima, nel 100° anniversario delle apparizioni. L’incontro si è svolto in  due momenti: una relazione mariana e una meditazione sul medesimo argomento con l’ausilio delle iconografie della Vergine.

    Nel pomeriggio dello stesso giorno la comunità si è ritrovata in cappella per la preghiera del rosario, la meditazione  personale e in fine la solenne celebrazione della S. Messa, con un ricordo particolare nella preghiera delle consorelle defunte. 

    Domenica 14 maggio abbiamo compiuto il nostro pellegrinaggio a Monteluco di Spoleto dove sorge, immerso nel Bosco Sacro, il Convento di S. Francesco. La tradizione vuole che S. Francesco sia giunto qui nel 1218 insieme ai suoi primi compagni e sostò nei pressi di una piccola chiesa benedettina, ottenuta in dono. Da allora fino ad oggi, ininterrottamente, in questo luogo suggestivo di silenzio e di bellezza rara,  vive la fraternità francescana. Di qui sono passati tanti santi frati e uomini di Dio, tra cui S. Bernardino, S. Antonio da Padova, S. Bonaventura.

    Dopo la visita guidata al Convento abbiamo partecipato alla S. Messa insieme ai fedeli del luogo.

    L’agape fraterna si è svolta presso il ristorante “Paradiso”, un ambiente accogliente e gradevole, immerso in un fantastico bosco secolare. 

    Nel pomeriggio ci siamo recate a Spoleto, per una visita della città, patrimonio dell’UNESCO e dei suoi monumenti più importanti: il Duomo, il Ponte delle Torri e la Rocca Albornoziana.

    I due giorni di Festa sono stati contrassegnati dal clima di gioia, comunione fraterna e condivisione.