• Consegna del distintivo delle Suore Scolastiche Francescane di Cristo Re

    18 febbraio 2016 - 19:31 -- Suore Scolastiche Francescane

                Il Governo generale della Congregazione, in conformità  all’Art. 45 delle Costituzioni che recita: “Le suore portino l’abito religioso proprio della Congregazione con il velo e il distintivo francescano, segno esterno della loro appartenenza e consacrazione” e alla decisione n. 2 del Capitolo generale 2011 , ha portato a termine la realizzazione del nuovo distintivo della nostra comunità religiosa.

    Nella solennità di Cristo Re dell’Universo, titolare della Congregazione, i distintivi destinati a tutte le suore della Congregazione, sono stati benedetti nella cappella della Casa generalizia.

                Il distintivo, ideato e disegnato da sr. Tina Dajčer della provincia di Maribor, raffigura il Cristo e San Francesco. Le linee delle due figure in alcuni punti si sovrappongono per simboleggiare l’appartenenza di San Francesco al Signore. Il Cristo è raffigurato come Re che con la sua morte in croce dona se stesso per la salvezza dell’uomo. E’ posta in evidenza la ferita del cuore  dalla quale si riversa sull’umanità la misericordia di Dio. 

                Il distintivo è modellato in legno d’ulivo ed è appeso ad un modesto cordoncino. Il legno è un materiale semplice e di facile lavorazione. Anche questo, come ha evidenziato la Superiora generale nella lettera della consegna del distintivo,  “ci sia di stimolo e ci faccia ricordare che siamo chiamate a testimoniare e a portare la pace, con la semplicità di vita, nelle circostanze in cui viviamo”. 

                A conclusione dell’Anno dedicato alla vita consacrata, il 7 febbraio 2016,  la Superiora regionale sr. Lucia Vrdoljak Colo ha consegnato il distintivo alle sorelle delle comunità della Regione sollecitandole di portarlo con dignità e fedeltà, con semplicità e grata dedizione. E, citando la lettera della Superiora generale in occasione della consegna del distintivo, ha sottolineato come esso “assume un valore spirituale perché diventa il simbolo della nostra scelta e del nostro impegno nella sequela di Cristo povero e crocifisso e nello stesso tempo ci stimola a cercare Cristo e ad essergli più somiglianti come San Francesco, a non vivere per se stessi, ma per colui che è morto e risorto per noi (cfr. 2Cor 5, 15)”(Dalla lettera della Superiora generale sr. Klara Šimunović, “Il nuovo distintivo della Congregazione”, 27.11.2015) .