• Con lo sguardo verso il cielo - Testimonianza di sr. Andjela P.

    22 maggio 2015 - 19:23 -- Suore Scolastiche Francescane

    Mi chiamo sr. Andjela e ho 26 anni. Sono Croata e vengo dalla Erzegovina. Sono una suora Francescana di Cristo Re. Se dovessi dare un nome alla mia vocazione sceglierei la parola "amore". Sonò cresciuta in una piccola città che si chiama Citluk. Quando ero bambina andavo ogni giorno alla Santa Messa e recitavo il rosario in parrocchia. Mia madre era Terziaria Francescana. Da sempre ha cercato di seminare in famiglia le virtù francescane. Ci parlava sempre della bellezza dell'incontro con Dio nell'Eucaristia e della importanza della preghiera. Questo è stato l'ambiente in cui é cresciuta la mia fede e la mia relazione con Dio. Quando avevo 15 anni ho sentito il desiderio di consacrarmi a Dio e di farmi suora.

    Per due anni ho tenuto questo segreto nel mio cuore, senza parlarne con nessuno. Nel giorno del compleanno di mia madre ho deciso di comunicarle le mie intenzioni. I miei genitori si sono sentiti onorati e mi hanno dato la loro benedizione! Sono passati già quasi 10 anni dalla mia entrata in convento. In questi anni sono accaduti tanti momenti preziosi, tante meraviglie e ne potrei parlare senza sosta!

    Il momento più caro che tengo nel cuore é stato l'anno scorso, il giorno di S. Chiara, 11 agosto 2014, quando ho emesso i voti solenni che mi hanno legato a Cristo per sempre. Ho scelto per motto e come guida una frase del Vangelo: "Ecco la serva del Signore, sia fatta la tua volontà", perchè questa gioia di Maria è la nota migliore della spiritualità alla quale aspiro. Maria è per me esempio di colei che ha accolto l'amore di Dio e si è lasciata trasformare dalla Sua grazia. Lei, madre di Gesù e nostra, ci indica la strada verso il suo Figlio. Desidero con tutte le mie forze seguire l'esempio della Vergine Maria. La mia vita sia con tutti voi un segno, un sì al Signore. Un sì al fratello ferito e bisognoso di Dio. La mia vita sia in Cristo un pane che si spezza, un pane di condivisione. Un pane di pace, come é stato San Francesco!

                Spesse volte è difficile vivere questi propositi ma non per questo bisogna desistere dal desiderio della santità. Essendo francescana ho imparato due cose: alzarsi quando cadi e sempre tenere lo sguardo orientato verso il Cielo, verso la patria dove godremo un giorno la comunione con l'Amore che ci ha creato e a cui apparteniamo. In questo anche consiste il mio cammino religioso. Essere perseverante nel compiere la vo- lontà di Dio con lo sguardo verso il Cielo e amare gli altri perchè Qualcuno mi ama. (sr: Anđela Pervan)