• In attesa del Grande Giorno ....Veglia di Pentecoste 2018

    18 maggio 2018 - 23:45 -- Suore Scolastiche Francescane

     

    “IO PREGHERÒ IL PADRE ED EGLI VI DARÀ
    UN ALTRO CONSOLATORE PERCHE’ RIMANGA CON VOI PER SEMPRE” (Gv 14,16)

     INTRODUZIONE

    (davanti alla cappella, o in cortile, si raduna l’assemblea per la preghiera introduttiva. Vengono preparati anche sette lumini che verranno accesi al momento opportuno)   

    Guida: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. T.: Amen.

    Lettore: Al tempo di Gesù, gli ebrei festeggiavano, oltre alla Pasqua, anche la Pentecoste. Era nata come festa del raccolto, alle porte dell’estate, ma era diventata per Israele la festa dell’Alleanza del Sinai, in ricordo del dono della Legge che Dio aveva fatto al popolo, circa cinquanta giorni dopo la liberazione dall’Egitto. Per noi cristiani Pentecoste è il giorno in cui la Chiesa celebra la discesa dello Spirito Santo sopra gli Apostoli. Questa sera siamo radunati per pregare che lo Spirito Santo invada ancora i nostri cuori del suo amore. Rinati dal fuoco dello Spirito, rigenerati dall’acqua del Battesimo, siamo invitati, anche noi, come gli apostoli e Maria, a essere coraggiosi testimoni del Cristo Risorto in un mondo che sempre più ha bisogno della presenza dello Spirito Santo.

    Guida: Rifulga su di noi, Padre misericordioso, lo splendore della tua gloria e il dono del tuo Santo Spirito confermi nell’amore noi tuoi fedeli, rigenerati a vita nuova. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. T.: Amen.

    ACCENSIONE DEI LUMINI

    Guida: Accendiamo ora sette lumini simbolo dei doni dello Spirito Santo e preghiamo. Sii benedetto Signore nostro Dio: Tu hai dato agli uomini il Tuo Fi­glio, splendore dell’eterna gloria e hai inviato la fiamma viva del tuo Santo Spirito. Benedici queste fiamme di fuoco e fa’ che diveniamo portatori di luce e costruttori di un mondo rinnovato nel tuo amore. Per Cristo nostro Signore. T.: Amen.

    Lettore 1.: DONACI LA SAPIENZA (accensione del primo lumino...) Fa’ Signore che impariamo ad assaporare la vita come dono di Dio e a diffondere il profumo di Cristo e rendere ogni nostro gesto ricco della sua fragranza.

    Lettore 2: DONACI L’INTELLETTO (accensione del secondo lumino...)

    Fa’ Signore che non ci fermiamo alla superficie della nostra fede. Rendici capaci di cercare con costanza la volontà di Dio per vivere il progetto che Lui ha su di noi.

    Lettore 3: DONACI IL CONSIGLIO (accensione del terzo lumino...)

    Fa’ Signore che tra le tante proposte di ogni giorno possiamo scegliere ciò che piace a Te e sappiamo accettare i suggerimenti di chi ci vuole bene.

    Lettore 4: DONACI LA FORTEZZA (accensione del quarto lumino...)

    Fa’ Signore che non ci manchi mai il coraggio della nostra fede e non ci vergogniamo di essere tuoi discepoli.

    Lettore 5: DONACI LA SCIENZA (accensione del quinto lumino...)

    Fa’ Signore che sappiamo guardare tutto ciò che ci circonda con gli occhi stessi di Dio, e riconoscere la sua presenza anche là dove sembra impossibile.

    Lettore 6: DONACI LA PIETÀ’ (accensione del sesto lumino...)

    Fa’ Signore che sappiamo riconoscere in Te un Padre sempre pronto ad accoglierci, e possiamo vedere e amare gli altri come fratelli, anche quando ci costa fatica.

    Lettore 7: DONACI IL TIMOR DI DIO (accensione del settimo lumino...)

    Facci sentire Signore, che la nostra vita ha senso solo accanto a Te. Aiutaci a non stancarci mai di pregare, e mantieni vivo in noi il desiderio di incontrarti nell’Eucaristia e nella preghiera di ogni giorno.

    (Inizia la processione d’ingresso in cappella)

    Canto: Invochiamo la tua presenza

    Invochiamo la tua presenza, vieni Signor!

    Invochiamo la tua presen­za, scendi su di noi!

    Vieni Conso­latore, dona pace ed umiltà!

    Acqua viva d’amore, questo cuore apriamo a te!

     

    Rit. Vieni Spirito! Vieni Spirito! Scendi su di noi (2x).

    Vieni su noi, maranathà! Vieni su noi Spi­rito!

    Vieni Spirito! Vieni Spirito!

    Scendi su di noi (2x) scendi su di noi.

     

    Invochiamo la tua presenza, vieni Signor!

    Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi!

    Vieni luce dei cuori: dona forza e fedeltà!

    Fuoco eterno d’amore, questa vita offriamo a te.

     

    Rit. Vieni Spirito! Vieni Spirito! Scendi su di noi (2x).

    Vieni su noi, maranathà! Vieni su noi Spirito!

    Vieni Spirito! Vieni Spirito! Scendi su di noi (2x)

    scendi su di noi (tutto il rit. 2x).

     

    (In cappella, accanto al cero pasquale, vengono deposti i sette lumini)

    In ascolto della Parola di Dio

    PRIMA LETTURA: Dal libro della Genesi (11,1-9)

    Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole. Emigrando dall'oriente gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Sennaar e vi si stabilirono. Si dissero l'un l'altro: «Venite, facciamo­ci mattoni e cuociamoli al fuoco». Il mattone servì loro da pietra e il bitume da cemento. Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra». Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano costruendo. Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l'inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare non sarà loro impossibile. Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l'uno la lingua dell'altro». Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costrui­re la città. Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore con­fuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra. Parola di Dio.

    T. Rendiamo grazie a Dio.

    Canto: Manda il tuo Spirito

    Rit. Manda il Tuo Spirito, manda il Tuo Spirito,

     manda il Tuo Spirito, Signore su di noi. [x2]

     

    La Tua presenza noi invochiamo

    per esser come tu ci vuoi.

    Manda il Tuo Spirito, Signore su di noi.

    Impareremo ad amare proprio come ami tu.

    Un sol corpo, un solo Spirito saremo,

    un sol corpo, un solo Spirito saremo. RIT

     

    La tua sapienza noi invochiamo,

    sorgente eterna del tuo amore.

    Dono radioso che dà luce ai figli tuoi,

    nel tuo amore confidiamo.

    La tua grazia ci farà Chiesa

    unita e santa per l’eternità,

    Chiesa unita e santa per l’eternità. RIT

     

    SECONDA LETTURA: Dal libro del profeta Ezechiele (36,22-28)

    Annunzia alla casa d'Israele: Così dice il Signore Dio: Io agisco non per riguardo a voi, gente d'Israele, ma per amore del mio nome santo, che voi avete disonorato fra le genti presso le quali siete andati. Santificherò il mio no­me grande, disonorato fra le genti, pro­fanato da voi in mezzo a loro. Allora le genti sapranno che io sono il Signore - parola del Signore Dio - quando mostre­rò la mia santità in voi davanti ai loro occhi. Vi prenderò dalle genti, vi radune­rò da ogni terra e vi condurrò sul vostro suolo. Vi aspergerò con acqua pura e sarete purificati; io vi purifi­cherò da tutte le vostre sozzure e da tutti i vostri idoli; vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo, toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne.

    Porrò il mio spirito dentro di voi e vi farò vivere secondo i miei precetti e vi farò osservare e mettere in pratica le mie leggi. Abiterete nella terra che io diedi ai vostri padri; voi sarete il mio popolo e io sarò il vostro Dio. Parola di Dio.

    T. Rendiamo grazie a Dio.

    Breve meditazione

    Lettore 2: L’acqua è un dono di Dio indispensabile per la vita dell’uomo; è il simbolo stesso della vita, ma allo stesso tempo è an­che causa di morte. L’acqua lava; è perciò anche simbolo di purificazione. In vari momenti della storia di Israele, l’acqua nelle mani di Dio, si pre­senta come strumento di purificazione: le acque del diluvio, che distruggo­no il male e creano un’umanità nuova; le acque del Mar Rosso, che can­cellano la schiavitù e creano un popolo eletto; l’acqua che purifica dal peccato e che è accompagnata dal dono dello Spirito di Dio. Sono tutti momenti di una storia in cui Dio viene continuamente incontro all’uomo bisognoso di salvezza.

     

    Guida: Preghiamo: Dio onnipotente che nei santi segni della nostra fede rinnovi i pro­digi della creazione e della redenzione, fa’ che tutti noi che veniamo aspersi con l’acqua benedetta, siamo annunziatori e testimoni della Pentecoste che sempre si rinnova nella tua Chiesa. T.: Amen

     

    (Gesto: La Guida asperge l’assemblea con l’acqua benedetta mentre l’assemblea canta:  

    Canto: Spirito di Dio battezzami

    Spirito di Dio riempici, Spirito di Dio battezzami

    Spirito di Dio consacrami, vieni ad abitare dentro me

     

    Spirito di Dio guariscimi, Spirito di Dio rinnovami

    Spirito di Dio consacrami, vieni ad abitare dentro me.

     

    Spirito di Dio riempici, Spirito di Dio battezzaci

    Spirito di Dio consacraci, vieni ad abitare dentro noi.

     

    RINNOVO DELLE PROMESSE BATTESIMALI

    Guida: Sorelle carissime, per mezzo del Battesimo siamo di­venute partecipi del mistero pasquale del Cristo, siamo state sepolte insieme con lui nella morte, per risorgere con lui a vita nuova. Ora rinnoviamo le promesse del nostro Battesimo, con le quali un giorno abbiamo rinunciato a satana e alle sue opere e ci siamo impegnate a servire fedelmente Dio nella santa Chiesa Cattolica.

     

    Insieme:

    Rinuncio al peccato, per vivere nella libertà dei figli di Dio.

    Rinuncio alle seduzione del male, per non lasciarmi dominare dal peccato.

    Rinuncio a satana, origine e causa di ogni peccato.

    Credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra.

    Credo in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, che nacque da Maria Vergine, morì e fu sepolto, è risuscitato dai morti Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne e la vita eterna.

     

    Guida: Dio onnipotente, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci hai liberati dal peccato e ci ha fatto rinascere dall'acqua e dallo Spirito Santo, ci custodisca con la sua grazia in Cristo Gesù nostro Signore, per la vita eterna. Amen.

     

    TERZA LETTURA: Dagli Atti degli Apostoli (2,1-4)

    Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti in­sieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi. Parola di Dio.

    T. Rendiamo grazie a Dio.

    Breve silenzio

    Lettore 3:  Recitiamo la Sequenza a cori alterni

    Vieni, Santo Spirito

    manda a noi dal cielo

    un raggio della tua luce.

     

    Vieni, padre dei poveri,

    vieni, datore dei doni,

    vieni, luce dei cuori.

     

    Consolatore perfetto;

    ospite dolce dell’anima,

    dolcissimo sollievo.

     

    Nella fatica, riposo,

    nella calura riparo,

    nel pianto conforto.

    O luce beatissima,

    invadi nell'intimo

    il cuore dei tuoi fedeli.

     

    Senza la tua forza,

    nulla è nell’uomo,

    nulla è senza colpa.

     

    Lava ciò che è sordido,

    bagna ciò che è arido,

    sana ciò che sanguina.

     

    Piega ciò che è rigido,

    scalda ciò che è gelido

    drizza ciò che è sviato.

     

    Dona ai tuoi fedeli

    che solo in te confidano

    I tuoi santi doni.

     

    Dona virtù e premio

    dona morte santa,

    dona gioia eterna. Amen.

     

    Canto al Vangelo: Canta Alleluia al Signor (5x).

    Lettore 1:  Vieni, o Spirito Creatore, visita le nostre menti,

    riempi della tua grazia i cuori che hai creato.

    Canta Alleluia al Signor

    VANGELO: Dal Vangelo secondo Giovanni (7, 37-39)

    Nell'ultimo giorno, il grande giorno della festa, Gesù le­vatosi in piedi esclamò ad alta voce: «Chi ha sete venga a me e beva chi crede in me; come dice la Scrittura: fiu­mi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno». Questo egli disse riferendosi allo Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui: infatti non c 'era ancora lo Spirito, perché Gesù non era stato ancora glorificato. Parola del Signore.

    T.: Lode a te o Cristo.

    PREGHIERA DEI FEDELI:

    Guida: Spirito Santo, dito della mano di Dio, promesso dal Salvatore, ti invochiamo nella nostra preghiera:

    Spirito di santità, Spirito di luce, Spirito di fuoco scendi su di noi

    Tu che hai creato il mondo e lo hai redento per mezzo del tuo Figlio, manda il tuo Spirito a rinnovare il volto della terra. RIT.

     

    Tu che hai formato l'uomo a tua immagine e gli hai dato un'anima immortale, manda lo Spirito Santo alla tua Chiesa, perché configurata a Cristo diventi l'anima del mondo. RIT.

     

    Fa' risplendere tra gli uomini del nostro tempo la luce del tuo Spirito: dov'è l'odio, fa' fiorire l'amore, dov'è il dolore infondi la gioia, dov'è la guerra dona la pace. RIT.

     

    Lava le nostre colpe nell'acqua del tuo Spirito: risana le ferite dei nostri peccati. RIT.

    Tu che, per virtù dello Spirito santo, introduci gli uomini nella vita e nella gloria, fa' che i defunti, purificati dalla sua grazia, entrino nel tuo gaudio eterno. RIT.

     

    PADRE NOSTRO…..

    Guida: Nel nome del Signore Risorto scambiamoci un segno di pace

    Preghiera finale

    Guida: O Dio onnipotente ed eterno, che hai racchiuso la celebrazione della Pasqua nel tempo sacro dei cinquanta giorni, rinnova il prodigio della Pentecoste: fa' che i popoli dispersi si raccolgano insieme e le diverse lingue si uniscano a proclamare la gloria del tuo nome. Per il nostro Si­gnore Gesù Cristo, tuo figlio che è Dio e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. T.:Amen.

     

    Canto: (Regina Coeli)

    Regina Coeli laetare. Alleluia.
    Quia quem meruisti portare. Alleuia
    Resurrexit, sicut dixit. Alleluia.
    Ora prò nobis Deum. Alleluia.

     

    Oppure

    Canto: Magnifica il Signore

    RIT. Magnifica il Signore anima mia;

     il mio spirito esulta in Dio.

    Alleluia alleluia, alleluia, alleluia, alleluia

     

    Perché ha guardato l'umiltà della sua serva:

    ecco ora mi chiameran beata

    perché il Potente mi ha fatto grandi cose

    e santo è il suo nome.

    Alleluia, alleluia! RIT.

     

    Ha spiegato la potenza del suo braccio

    ha disperso i superbi di cuore,

    i potenti rovescia dai troni e innalza gli umili

     e li ricolma di ogni bene. RIT.

     

    Il suo servo Israele egli solleva

    ricordando la sua misericordia,

    promessa ad Abramo e ai nostri padri

    e a tutti i suoi figli,

    perché santo è il suo nome. RIT.

     

     

    AllegatoDimensione
    PDF icon veglia_di_pentecoste_2018.pdf21.03 KB